Logo
Ricerca Vacanza

Struttura o località o descrizione:

Tipo Vacanza:

Regione:

Tipologia Camera:

Check-in:                     Check-out:
N° Adulti:                     N° Bambini:

Newsletter

 

CAMPING VILLAGE PAESTUM

Campania - Eboli (SA)

Al momento CAMPING VILLAGE PAESTUM non presenta offerte disponibili

Strutture nelle vicinanze

Struttura 

Immerso nella macchia mediterranea all’interno di una pineta che si affaccia su una spiaggia di soffice sabbia, il Camping Village Paestum offre la possibilità di unire relax e cultura in una vacanza ideale per tutta la famiglia.
Posizione: 4 km centro abitato, scavi e museo di Paestum 10 km, 15 km aeroporto Pontecagnano, Salerno 33 km, Amalfi 50 km, Pompei ca. 60 km

Distanza dal mare

Spiaggia: a 500 mt, spiaggia privata del campeggio con fondale digradante attrezzata con ombrelloni e lettini (a pagamento € 25,00 al giorno), bar, è possibile raggiungere la spiaggia sia a piedi attraverso un passaggio in pineta, sia con i mini-bus gratuiti e garantiti (in alta stagione)

Casa Mobile Happy Camp 

HAPPY STANDARD: Happy Standard è la casa mobile di Happy Camp, luminosa e spaziosa con capienza massima di 4 adulti ed  un bambino. Un arredamento comodo e funzionale, con due camere da letto e un soggiorno, è pensato apposta per ospitare cinque adulti e un bambino. Una stanza matrimoniale, la seconda stanza con due letti singoli e un letto di dimensioni ridotte attaccato alla parete (adatto a una persona di massimo 150 cm e 60 kg). Nel soggiorno, dal divanetto, si potrà ricavare il sesto posto letto. La cucina dispone di un frigorifero con piccolo congelatore, piano cottura, lavandino e prese per la corrente, più tutto il necessario per sei persone; bagno con doccia, lavandino e wc. Comodi mobili da giardino per godere dell’esterno della struttura: tavolo con sedie, ombrellone, due sdraio o sedie reclinabili e, qualora il campeggio lo permettesse,  una piastra elettrica. Qualora l’esterno della casa mobile fosse dotata di terrazza coperta o parzialmente coperta, tendalino o gazebo, l’ombrellone non sarà presente tra la fornitura da giardino. Nelle descrizioni dei singoli campeggi è riportato dove le nostre case mobili sono dotate di terrazza, gazebo, tendalino e/o ombrellone.È vietato fumare all’interno di ogni struttura Happy Camp.

Servizi

Piscina:  Parco acquatico di 2100 mq con 3 piscine e 5 scivoli, piscina per adulti, piscina per bambini con scivolo Toboga baby, piscina laguna per bambini con 4 scivoli (Huggy Buggy, Toboga Baby, Bumma a due piste), panchine in legno gratuite, solarium free, area attrezzata con lettini e ombrelloni a pagamento, apertura piscine 1 dal 15/05/22 al 10/09/22, piscine 2 e 3 dal 01/06/22 al 10/09/22
Animazione e attività sportive: ricco programma di animazione per bambini con mini club e junior club e per adulti con spettacoli serali danza e musical, dal 26/06/22 al 04/09/22, parco giochi , campi da calcetto, campi da bocce, beach-volley, beach soccer, basket + pallavolo, ping pong, sala giochi, discoteca in anfiteatro, aquagym, ginnastica, fitness time, soft gym; a pagamento: campo da tennis, escursioni organizzate
Bar e ristoranti: ristorante-pizzeria con take away aperto dal 01/06/22 alla chiusura del campeggio, bar/fast-food con tavolini e sedie all'aperto
Market: spaccio alimentare aperto dal 01/06/22 alla chiusura del campeggio, bazar, tabacchi, edicola

Amici degli animali

Non ammessi

Condizioni

Check in: dalle ore 16.00 alle ore 20.00

Check out: entro le ore 10.00

Paestum e dintorni

Fondata dai greci intorno al 600 a.E.V., si chiamava inizialmente Poseidonia, da Poseidone, o Nettuno, dio del mare, al quale la città era stata dedicata. Tra il 400 e il 273 avanti fu occupata dalla popolazione italica dei lucani. Nel 273 divenne colonia romana col nome di Paestum. Ma è indubbio che la fondazione della città fosse preceduta dall'impianto di una fattoria commerciale sulla sponda sinistra e presso la foce del fiume Silaros e che le condizioni malariche del terreno indussero poi i primitivi coloni a spostare il centro abitato verso oriente, su un banco calcareo leggermente rialzato sulla pianura e sul litorale, lungo il corso di un'altro fiume minore (fiume Salso o Capofiume). Dall'impianto primitivo sul Silaros sviluppò il porto marittimo e fluviale della città e presso di esso sorse il Tempio di Era Argiva, che diventò presto uno dei più grandi e venerati santuari dell'Italia antica: circa 50 stadi separavano la città dallo Heraion e dal suo emporio sul fiume. La fine dell’Impero Romano coincise grosso modo con la fine della città. Verso il 500 E.V., infatti, in seguito ad un’epidemia di malaria, aggravata dall’insalubrità del territorio, gli abitanti gradualmente abbandonarono la città. La riscoperta di Paestum risale al 1762, quando fu costruita la strada moderna che l’attraversa tuttora.

Newsletter


oppure
oppure